Luminarie Salerno, Luci d'Artista Salerno

Cappella del Tesoro di San Matteo

L’antica Cappella del Tesoro di San Matteo collocata nella sacrestia del Duomo ha riaperto al pubblico. Si potrà visitare il 21 di ogni mese dalle ore 09.00 alle ore 13:00. A volerlo fortemente il Parroco del Duomo Don Michele Pecoraro che ha stabilito l’apertura e la visita dell’antico scrigno dei tesori d’arte e di fede per ogni 21 del mese. L’obiettivo è quello di ricordare a tutti i salernitani la solennità del Santo Patrono che viene festeggiato il 21 Settembre. Approntato un sistema di videosorveglianza e di sicurezza ad hoc per evitare furti, come accaduto in passato.

Il Tesoro di San Matteo è custodito nella Cappella del Tesoro affrescata con il meraviglioso “Paradiso Salernitano”. E’ possibile ammirare  i busti argentei, e i numerosi argenti gotici, come il “Braccio di San Matteo”, che vanno dal ‘300 fino al XIX secolo.

La Cappella del Tesoro di san Matteo è stata costruita nel 1550 e la cornice del pavimento è ancora originale. Nel 1730 quando è stata restaurata dal pittore beneventano Filippo Pennino, che ha affrescato la volta raffigurante il “Paradiso Salernitano” dove sono rappresentati San Matteo, i Santi Martiri Salernitani, Santa Caterina, Sant’Agata, San Tommaso, Sant’Anastasia”.

I cinquearmadivetrine” presenti all’interno della Cappella contengono:

il ciborio in argento donato nel 1925 dall’Arcivescovo Camillo Allevi, esso veniva esposto all’adorazione dei fedeli  per quaranta ore continue, sull’altare maggiore della Cattedrale, durante il periodo della Santa Pasqua”

i busti argentei di San Matteo, di San Gregorio VII e dei tre Martiri Salernitani

il busto di San Matteo invece fu commissionato dalla municipalità salernitana nel 1688 e realizzato nel 1691 dall’argentiere napoletano Nicola De Aula

il busto in argenteo di San Gregorio VII è stato realizzato nel 1742 da Giacinto Buonacquisto, argentiere operante nel regno di Napoli e Sicilia nel XVIII secolo

la statua in argento di Sant’Ante è stata realizzata nel 1706 dagli scultori argentieri Benedetto Monaco e Tommaso Rivaldi, che hanno realizzato anche San Caio o Gaio

il San Fortunato è stato realizzato da Rivaldi nel 1710

gli argenti che custodiscono le reliquie dei Santi, come il Braccio di San Matteo, realizzato nel 1330, che viene portato in processione

un pezzo dell’osso del Braccio di San Matteo

il reliquiario della Beata Vergine, che contiene un capello della Madonna

la mano d’argento di Sant’Anastasia del 1408 donata dalla Regina Margherita di Durazzo

il dito di Santa Caterina d’Alessandria inserito in una coppa cavalleresca di cristallo di rocca e argento con le anse a forma di drago

una Croce in argento sbalzato e oro contenente un pezzo del legno della Croce di Cristo

il crocefisso in argento con due braccia

gli ostensori, uno in argento e rame dorato del 1799, e uno in argento, rame dorato e cristallo di rocca del XVII secolo

il calice donato dal Beato Pio IX, durante la sua venuta a Salerno e quello di Monsignor Demetrio Moscato

le corone in argento delle statue conservate in cattedrale

un grande “faldastorie” dove si è inginocchiato a pregare Giovanni Paolo II il 26 maggio del 1985 durante la sua visita a Salerno

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Pinterest

PRENOTA LA TUA VACANZA!

Booking.com

PRENOTA BUS

Banner_FlixBus da 5€_300x600_it
NOTIZIE SULLE LUCI D'ARTISTA

Babbo Natale arriva dal cielo e si ferma sulla spiaggia di Santa Teresa

Nel Comando dei vigili del fuoco scenderà dal cielo per raccogliere le letterine dei bambini; a Santa Teresa, invece, i volti di Babbo Natale saranno moltiplicati per il tradizionale raduno in spiaggia. I due appuntamenti sono fissati entrambi per questa… Leggi tutto

Inserito il 17/12/2017
 

Luci D’Artisa Presepi di Sabbia: Papa Francesco pubblica su Instragam ufficiale della Santa Sede le fotografie della statua a lui dedicata [FOTO]

I “giganti” di sabbia piacciono. Apprezzamenti speciali sono arrivati, questa mattina, direttamente da papa Bergoglio che ha pubblicato sul profilo Instagram ufficiale della Santa Sede le fotografie della statua a lui dedicata e realizzata da uno dei quattro artisti dell’edizione… Leggi tutto

Inserito il 14/12/2017
 

La Cantata dei Pastori – Lo spettacolo di Natale al Teatro delle Arti di Salerno

Dopo il sold-out in occasione del primo spettacolo della rassegna, venerdì 15 dicembre alle 21.00, va in scena, al teatro delle Arti di Salerno, «La Cantata dei Pastori – Il grande spettacolo di Natale», con scenografie della Bottega San Lazzaro… Leggi tutto

Inserito il 12/12/2017